Buongiorno a tutte signore – e signori, perché no? – e bentornati su questi schermi! Se siete capitati su questa pagina e vi state chiedendo che cosa sia una coppetta mestruale: ebbene, potete trovare tutte le informazioni di cui avete bisogno cliccando su questo link che vi porterà ad un articolo che vi spiegherà tutto per filo e per segno, soprattutto perché scegliere la coppetta mestruale!

In questo articolo, invece, Maia vuole spiegarvi un aspetto particolare e soprattutto fondamentale della coppetta: come si inserisce! Perché sì, forse è la parte più complicata, soprattutto per chi è alle prime armi, e vogliamo essere la manina che vi guiderà in questo percorso grazie a qualche consiglio e trucchetto! Vi interessa? Allora continuate la lettura!

Prima di Inserirla

Qual è la prima cosa in assoluto da fare prima di inserire una coppetta? LAVARSI LE MANI. Sì, penserete sia banale, ma è sempre meglio specificare: per qualsiasi cosa voi andiate ad inserire in vagina o anche solo per toccacciare sarebbe opportuno lavarsi prima di tutto le mani con acqua e sapone per prevenire qualsivoglia infezione. Perché potrete dire che le mani sono pulite, che non avete toccato niente di sporco e non ce n’è bisogno, ma anche solo a livello di flora batterica naturale, quella che vive sulle mani non è la stessa del microbiota vaginale: per questo motivo, per prevenire ed evitare qualsiasi tipo di infezione è buona abitudine lavarsi le mani, un gesto semplice ma davvero importante!

Se vogliamo essere puntigliosi, è meglio controllare che anche il letto ungueale sia ben pulito – è proprio dove i batteri e lo sporco si annidano più facilmente! – e che le unghie non siano pungenti o taglienti per evitare di farvi male.

Ovviamente non solo noi dobbiamo essere pulite, ma anche la coppetta! Di come si pulisce, sterilizza e mantiene una coppetta mestruale, però, parleremo in un altro articolo.

Quindi, a questo punto, mani pulite, coppetta pulita… è ora di inserirla!

Come Piegare una Coppetta Mestruale

Esistono davvero tanti modi per piegare una coppetta dimodoché il diametro risulti minore possibile e l’inserimento più semplice possibile: come per tutte le cose, ogni donna sperimentando su se stessa troverà la piegatura che più le compiace, sia per capacità manuali (sì, non tutte le piegature sono semplici) sia per comodità ed efficacia nell’inserimento. Alcune marche di coppette mestruali come Organicup o Rubycup forniscono molte informazioni a riguardo per aiutare chi prova la coppetta per la prima volta, ma solitamente è facile trovare giusto un paio di piegature e finita lì.

Maia ora vuole farvi vedere tutti i modi per piegare una coppetta che conosce, dalle principali alle più difficili e ricercate! Guardate qui!

Piegatura a C

Sicuramente la piegatura a C è la più famosa, facile, intuitiva, ma non è quella che può ridurre al massimo il diametro di una coppetta: infatti, rispetto ad altre piegature è comoda e semplice ma lascia un diametro all’inserimento maggiore. Questa piega è consigliata da tutti, ma più indicata per le coppette morbide: infatti, una coppetta rigida si piegherà con maggiore difficoltà in questo modo, lasciando un diametro maggiore. Questa piegatura, inoltre, è quella che solitamente fa sentire più facilmente il famoso “pop” di apertura della coppetta!

Piegatura Punch Down

Anche questa piegatura è tra le più diffuse ed intuitive: in molti la chiamano a tulipano, mentre altri attribuiscono questo nome alla piegatura a doppio 7 o alla piega a triangolo; Maia la chiama semplicemente Punch Down, così non ci confondiamo! Questa piegatura si può fare sia con le coppette morbide che con quelle rigide, ma è più indicata per queste ultime: infatti per le coppette morbide l’apertura con questa piegatura può essere più lenta e impegnativa. Un trucchetto per far aprire facilmente la coppetta con questa piegatura: schiacciare la fossetta che si forma con il dito per farla aprire!

Piegatura a 7 / Piegatura a Triangolo

La piegatura a 7 è forse più semplice da eseguire delle precedenti, ma meno utilizzata perché riduce meno il diametro rispetto alla Punch Down. Consiste nell’avvicinare un dei vertici del bordo al lato opposto del corpo della coppetta. La differenza con la piega a triangolo? La piega a triangolo avvicina il vertice direttamente alla base della coppetta, riducendo maggiormente il diametro di inserimento. Questa piegatura può essere consigliabile per le coppette toniche in quanto ne addolcisce l’apertura; per una coppetta morbida, invece, l’apertura risulta più difficoltosa.

Piegature Più Complesse

Ora cominciamo con le piegature più complesse: sicuramente sono più difficili delle precedenti, ma molte sono davvero utili, dopo averci preso un po’ la mano, perché facilitano molto l’apertura della coppetta una volta inserita in vagina.

Nell’ordine vi mostriamo:

  • Piegatura a S: anche questa piegatura in realtà è molto diffusa e rende semplice l’apertura di tutti i tipi di coppetta;
  • Piegatura a Doppio 7: potete vedere che quasi si intravedono due 7 di cui uno sottosopra;
  • Piegatura a Labbra: questa piegatura è utilissima per le coppette morbide, infatti risulta facile da far aprire grazie al “nodino” che si viene a creare nel punto di piegatura: potremmo chiamarlo… il clitoride di queste labbra!
  • Piegatura Origami: per veri esperti di statuine di carta giapponesi!
  • Piegatura a Diamante/Mezzo diamante: la piegatura a diamante è abbastanza larga come diametro, per questo solitamente si opta per un’ulteriore piega che ci porta all’half diamond;
  • Piegatura ad E: complicata da mantenere ma efficace nell’apertura.

Maia vi ha fatto vedere tutte le piegature che spiega più spesso, ma così come gli origami, le coppette ci ispirano per trovare sempre nuovi modalità di inserimento quindi… stay tuned!

 

A presto, Maia

Leave a Reply

Le ultime notizie dai nostri social.